Accedi
  • Nessun messaggio da mostrare.

Farmaci: sperimentazione chimica, a Firenze corso per infermieri

5 Anni 6 Mesi fa #12940 da admin
Insieme per valorizzare il ruolo dell'infermiere nella sperimentazione clinica. Per questo l'Universita' degli Studi di Firenze, Farmindustria, Associazione delle imprese del farmaco, AIIAO, Associazione Italiana Infermieri Area Oncologica, GiTiC, Gruppo Italiano Infermieri di Cardiologia e ANIN, Associazione Nazionale Infermieri Neuroscienze, hanno promosso un corso di formazione che si tiene oggi presso l'Universita'.

Un incontro che ha lo scopo di incrementare conoscenze e know how per sviluppare la ricerca clinica. Gli infermieri sono un anello fondamentale della catena sanitaria.

E' quindi necessario che siano sempre piu' coinvolti anche nel lungo e complesso iter di ricerca e sviluppo di un medicinale. Oggi scoprire un nuovo farmaco richiede 12-15 anni, spese ingenti - oltre un miliardo di euro - e maggiore specializzazione del lavoro. Gli studi clinici rappresentano il punto di partenza, imprescindibile, dell'intero processo. E nonostante un trend negativo (-21%) tra il 2008 e il 2012, l'Italia e' ancora un'eccellenza per numero di studi clinici (4a in Europa e 6a nel Mondo). Risultati da cui partire per un continuo miglioramento. Al corso partecipano 40 infermieri.

Nella giornata, alla quale e' stato invitato anche Luigi Marroni, Assessore al Diritto alla Salute Regione Toscana, intervengono: Maurizio de Cicco, Vice Presidente Farmindustria; Monica Calamai, Direttore Generale AOU Careggi, Laura Rasero, Presidente AIIAO e Professore di Scienze Infermieristiche dell'Universita' di Firenze; Emanuela Zerbato, Vice Presidente GiTiC; Antonella Leto, Presidente ANIN; Alessandro Mugelli, Presidente Comitato Etico Pediatrico Regione Toscana e Professore di Farmacologia dell'Universita' di Firenze.

(ASCA) - Firenze, 26 set 2014

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Caspiterina
Tempo creazione pagina: 0.087 secondi