Accedi
  • Nessun messaggio da mostrare.

L'ultimo caso qualche giorno fa, ma la cronaca è ormai troppo piena di episodi in cui malviventi o squilibrati si recano al pronto soccorso di Campostaggia per avere delle cure e aggrediscono gli operatori del nosocomio valdelsano.

Leggi tutto...

CHIVASSO. Assumere infermieri e operatori socio sanitari, per fare in modo che siano entrambi presenti negli stessi orari, negli ospedali di Chivasso, Ivrea e Cuorgnè, come già avviene a Ciriè e Lanzo. Il bilancio dell’Asl/To4 è in attivo ormai da qualche anno (nel 2015 ci sono stati utili per oltre 5 milioni, finiti però nel fondo regionale per pagare i debiti) e «questo è merito, per buona parte, degli enormi sacrifici richiesti a tutto il personale».

Leggi tutto...

I presidi per l’incontinenza urinaria e/o fecale possono essere utilizzati come unico trattamento in caso di fallimento di altre forme di terapia, farmacologica o chirurgica, del disturbo o come supporto aggiuntivo ad altri interventi di tipo farmacologico.

Leggi tutto...

SALERNO. Dipendenti del Ruggi aggrediti dai pazienti. A pochi giorni di distanza l’una dall’altra si è consumata una doppia aggressione ai danni di due infermieri del reparto di Nefrologia dell’ospedale di via San Leonardo. In entrambi gli episodi, uno è avvenuto venerdì scorso e l’altro è stato lunedì mattina, due infermieri sono stati presi a pugni dai pazienti che avevano preso in cura. A pagarne maggiormente le spese è stato il lavoratore che venerdì scorso era di turno nel reparto in cui vengono ospitati gli ammalati di reni.

Leggi tutto...

Insieme a tromboflebiti ed infezioni, la dispersione del farmaco al di fuori del vaso è una potenziale complicanza della somministrazione di ogni terapia endovenosa, periferica e centrale. Il fenomeno viene definito stravaso infiltrazione; anche se di frequente vengono intesi in modo improprio come sinonimi, anche nel contesto della letteratura specifica, esiste una differenza sostanziale.

Leggi tutto...

Il nostro paese ha bisogno di 17mila infermieri per soddisfare la norma Ue sui riposi e i turni di lavoro. Altri 30mila sono necessari per affrontare le richieste che aumentano di pari passo con la crescita dell’età della popolazione. Sono i dati diffusi dallaFederazione nazionale dei collegi infermieri in occasione del convegno ‘Il fabbisogno dei professionisti sanitari nei prossimi 20 anni: l’esperienza italiana nell’ambito del progetto europeo’.

Leggi tutto...

Pisa, La Spezia, Teramo, sono solo alcuni dei direttivi Ipasvi che si sono pronunciati sull'art. 49 del codice deontologico dell'infermiere, e da cui è partito un effetto domino a livello italiano che ha coinvolto molti altri collegi infermieristici, tra cui quello astigiano, che pochi giorni fa ha deciso di affrontare il problema.

Leggi tutto...

ROVERETO. Ospedale: manca una graduatoria per gli infermieri da assumere a tempo determinato, le sostituzioni sono a rischio e con l'estate il sistema rischia di saltare. É il consigliere provinciale Walter Viola, assieme agli altri colleghi di Progetto Trentino, a lanciare l'allarme per l'ospedale Santa Maria del Carmine. Per Viola, Simoni e Zanon si tratta di una vera e propria emergenza per il personale sanitario.

Leggi tutto...

La politica sanitaria, se si tiene alla sicurezza negli ospedali, deve avere come faro l'organico gli infermieri che hanno la responsabilità dell'assistenza del ricoverato. Gli studi internazionali indicano chiaramente che la carenza infermieristica porta all'aumento dei decessi e alla minore sicurezza". Lo afferma Lia Pulimeno, presidente Ipasvi Roma dopo la notizia del tentato stupro - da parte si un paziente sua un'altra paziente - uno dei più grandi ospedali romani, il San Camillo.

Leggi tutto...